Proprietà

Le proprietà sono soltanto temporanee. E’ scritto nella Bibbia, in Levitico 25:23 (NR) “Le terre non si venderanno per sempre; perché la terra è mia e voi state da me come stranieri e avventizi.”

Non dobbiamo permettere alle nostre proprietà di possederci. E’ scritto nella Bibbia, in Matteo 6:24 (NR): “Nessuno può servire due padroni; perché o odierà l’uno e amerà l’altro, o avrà riguardo per l’uno e disprezzo per l’altro. Voi non potete servire Dio e Mammona.” In Luca 12:15 (NR) è scritto: “Poi disse loro: ‘State attenti e guardatevi da ogni avarizia; perché non è dall’abbondanza dei beni che uno possiede, che egli ha la sua vita ’.”

Le proprietà non sono necessarie per farci sentire felici ed appagati. E’ scritto nella Bibbia, in Filippesi 4:12,13 (NR): “So vivere nella povertà e anche nell’abbondanza; in tutto e per tutto ho imparato a essere saziato e ad aver fame; a essere nell’abbondanza e nell’indigenza. Io posso ogni cosa in colui che mi fortifica.”

Non è saggio preoccuparci più dei nostri possedimenti che della casa di Dio. E’ scritto nella Bibbia, in Aggeo 1:9 (NR): “Voi vi aspettavate molto ed ecco c’è poco; ciò che avete portato in casa, io l’ho soffiato via. ‘Perché?’ dice il Signore degli eserciti. ‘A motivo della mia casa che è in rovina, mentre ognuno di voi si dà premura solo per la propria casa ’.”

Dobbiamo condividere i nostri beni con coloro che sono nel bisogno. E’ scritto nella Bibbia, in Atti 2:44-46 (NR): “Tutti quelli che credevano stavano insieme e avevano ogni cosa in comune; vendevano le proprietà e i beni, e li distribuivano a tutti, secondo il bisogno di ciascuno. E ogni giorno andavano assidui e concordi al tempio, rompevano il pane nelle case e prendevano il loro cibo insieme, con gioia e semplicità di cuore.”