Affari

Da dove vengono le benedizioni materiali? E’ scritto nella Bibbia, in Deuteronomio 8:18 p.p. (NR): “Ricordati del Signore tuo Dio, poiché egli ti dà la forza per procurarti ricchezze…”

Il denaro può prendere il posto di cose più importanti? La ricchezza può diventare il centro della nostra vita e prendere il posto di Dio. E’ scritto nella Bibbia, in Geremia 9:23,24 (NR): “Così parla il Signore: ‘Il saggio non si glori della sua saggezza, il forte non si glori della sua forza, il ricco non si glori della sua ricchezza: ma chi si gloria si glori di questo: che ha intelligenza e conosce me, che sono il Signore. Io pratico la bontà, il diritto e la giustizia sulla terra; perché di queste cose mi compiaccio ’ dice il Signore.”

La ricchezza può darci degli atteggiamenti sbagliati verso le cose materiali. E’ scritto nella Bibbia, in Luca 12:15 (NR): “Poi disse loro: ‘State attenti e guardatevi da ogni avarizia; perché non è dall’abbondanza dei beni che uno possiede, che egli ha la sua vita ’.”

È poco saggio fare del successo finanziario una priorità. E’ scritto nella Bibbia, in Matteo 6:24 (NR): “Nessuno può servire due padroni; perché o odierà l’uno e amerà l’altro, o avrà riguardo per l’uno e disprezzo per l’altro. Voi non potete servire Dio e Mammona.” In 1 Timoteo 6:9 (NR) è scritto: “Invece quelli che vogliono arricchire cadono vittime di tentazioni, di inganni e di molti desideri insensati e funesti, che affondano gli uomini nella rovina e nella perdizione.”

Benché non sia impossibile, è difficile per un ricco diventare cittadino del regno di Dio. E’ scritto nella Bibbia, in Marco 10:23-25 (NR): “Gesù, guardatosi attorno, disse ai suoi discepoli: ‘Quanto difficilmente coloro che hanno delle ricchezze entreranno nel regno di Dio!’ I discepoli si stupirono di queste sue parole. E Gesù replicò loro: ‘Figliuoli, quanto è difficile per quelli che confidano nelle ricchezze entrare nel regno di Dio! E’ più facile per un cammello passare attraverso la cruna di un ago, che per un ricco entrare nel regno di Dio ’.”

L’amore per il denaro conduce al male. E’ scritto nella Bibbia, in 1 Timoteo 6:10 (NR): “Infatti l’amore del danaro è radice di ogni specie di mali; e alcuni che vi si sono dati, si sono sviati dalla fede e si sono procurati molti dolori.”

L’avidità spesso accompagna la prosperità e può condurre al crimine. E’ scritto nella Bibbia, in Giacomo 4:1,2 (NR): “Da dove vengono le guerre e le contese tra di voi? Non derivano forse dalle passioni che si agitano nelle vostre membra? Voi bramate e non avete; voi uccidete e invidiate e non potete ottenere; voi litigate e fate la guerra; non avete, perché non domandate.”

E’ vero, più si dona, maggiore sarà la ricompensa. E’ scritto nella Bibbia, in Luca 12:33,34 (NR): “Vendete i vostri beni, e dateli in elemosina; fatevi delle borse che non invecchiano, un tesoro inesauribile nel cielo, dove ladro non si avvicina e tignola non rode. Perché dov’è il vostro tesoro, lì sarà anche il vostro cuore.”

Quale strategia d’investimento è raccomandata da Dio? E’ scritto nella Bibbia, in 1 Timoteo 6:17-19 (TILC): “A quelli che possiedono ricchezze in questo mondo devi raccomandare che non siano orgogliosi. Non mettano la loro speranza in queste ricchezze incerte, ma in Dio, è lui che ci dà tutto in abbondanza, perché noi possiamo farne uso. Facciano il bene, siano ricchi di buone opere, generosi e pronti a mettere in comune quel che possiedono. Così che si prepareranno un tesoro sicuro per l’avvenire, per ottenere la vera vita.”

Un prezioso promemoria per i proprietari di immobili. E’ scritto nella Bibbia, in Levitico 25:23: (NR): “Le terre non si venderanno per sempre; perché la terra è mia e voi state da me come stranieri e avventizi.”

La soddisfazione non è collegata alla quantità di denaro o di beni. E’ scritto nella Bibbia, in Filippesi 4:12,13 (NR): “So vivere nella povertà e anche nell’abbondanza; in tutto e per tutto ho imparato a essere saziato e ad aver fame; a essere nell’abbondanza e nell’indigenza. Io posso ogni cosa in Colui che mi fortifica.”

Dio ci chiede di restituirGli la decima (10%) e le offerte ed in cambio ci promette benedizioni illimitate. E’ scritto nella Bibbia, in Malachia 3:8-10 (NR): “L’uomo può forse derubare Dio? Eppure voi mi derubate. Ma voi dite: ‘In che cosa ti abbiamo derubato?’ Nelle decime e nelle offerte. Voi siete colpiti da maledizione, perché mi derubate, voi, tutta quanta la nazione! Portate tutte le decime alla casa del tesoro, perché ci sia cibo nella mia casa; poi mettetemi alla prova in questo ’, dice il Signore degli eserciti; ‘vedrete se io non vi aprirò le cateratte del cielo e non riverserò su di voi tanta benedizione che non vi sia più dove riporla ’.”

Cristo appoggiava il pagamento della decima. E’ scritto nella Bibbia, in Matteo 23:23 (NR): “Guai a voi, scribi e farisei ipocriti, perché pagate la decima della menta, dell’aneto e del comino, e trascurate le cose più importanti della legge: il giudizio, la misericordia, e la fede. Queste sono le cose che bisognava fare, senza tralasciare le altre.”

Come possono tutti, ricchi e poveri, onorare Dio? E’ scritto nella Bibbia, in Proverbi 3:9,10 (NR): “Onora il Signore con i tuoi beni e con le primizie di ogni tua rendita; i tuoi granai saranno ricolmi d’abbondanza e i tuoi tini traboccheranno di mosto.”

Se mettiamo Dio al primo posto, Egli si prenderà cura di tutti i nostri bisogni. E’ scritto nella Bibbia, in Matteo 6:33 (NR): “Cercate prima il regno e la giustizia di Dio, e tutte queste cose vi saranno date in più.”

Quale è il consiglio finanziario di Salomone, l’uomo più saggio e più ricco che sia mai esistito? E’ scritto nella Bibbia, in Ecclesiaste 5: 10-20 (NR): “Chi ama l’argento non è saziato con l’argento; e chi ama le ricchezze non ne trae profitto di sorta. Anche questo è vanità. Quando abbondano i beni, abbondano anche quelli che li mangiano; e quale vantaggio ne viene ai possessori, se non di vedere quei beni coi loro occhi? Dolce è il sonno del lavoratore, abbia egli poco o molto da mangiare; ma la sazietà del ricco non lo lascia dormire. C’è un male grave che io ho visto sotto il sole; delle ricchezze conservate dal loro possessore, per sua sventura. Queste ricchezze vanno perdute per qualche avvenimento funesto; e se ha generato un figlio, questi resta senza nulla in mano. Uscito nudo dal grembo di sua madre, quel possessore se ne va com’era venuto; di tutta la sua fatica non può prendere nulla da portare con sé. Anche questo è un male grave: che egli se ne vada tal e quale era venuto; qual profitto gli viene dall’aver faticato per il vento? Per di più, durante tutta la vita egli mangia nelle tenebre e ha molti fastidi, malanni e crucci. Ecco quello che ho veduto: buona e bella cosa è per l’uomo mangiare, bere, godere del benessere in mezzo a tutta la fatica che egli sostiene sotto il sole, tutti i giorni di vita che Dio gli ha dati; poiché questa è la sua parte. E ancora se Dio ha dato a un uomo ricchezze e tesori, e gli ha dato potere di goderne, di prenderne la sua parte e di gioire della sua fatica, è questo un dono di Dio; un tale uomo infatti non si ricorderà troppo dei giorni della sua vita, poiché Dio gli concede gioia nel cuore.”

Cosa dicono le Scritture sulle mie bollette? E’ scritto nella Bibbia, in Romani 13:7,8 (NR): “Rendete a ciascuno quel che gli è dovuto: l’imposta a chi è dovuta l’imposta; la tassa a chi la tassa; il timore a chi il timore; l’onore a chi l’onore. Non abbiate altro debito con nessuno, se non di amarvi gli uni gli altri; perché chi ama il prossimo ha adempiuto la legge.”

Siate cauti nel controfirmare note di credito. E’ scritto nella Bibbia, in Proverbi 22:26,27: (TILC) “Non garantire i debiti degli altri: se poi non riuscirai a pagare ti porteranno via anche il letto”.

Quale promemoria ci viene dato sul prendere denaro in prestito? E’ scritto nella Bibbia, in Proverbi 22:7 (NR): “Il ricco domina sui poveri, e chi prende in prestito è schiavo di chi presta.”

Dio si aspetta onestà nei rapporti di affari. E’ scritto nella Bibbia, in Proverbi 16:11 (NR): “La stadera e le bilance giuste appartengono al Signore, tutti i pesi del sacchetto sono opera sua.”

Onestà e lealtà sono sempre attese da coloro che desiderano piacere a Dio. E’ scritto nella Bibbia, in Isaia 33:15,16 p.p. (NR): “Colui che cammina per le vie della giustizia, e parla rettamente; colui che disprezza i guadagni estorti, che scuote le mani per non accettar regali, che si tura gli orecchi per non udir parlare di sangue, e chiude gli occhi per non vedere il male. Egli abiterà in luoghi elevati.”

E’ importante lavorare per guadagnarsi da vivere. E’ scritto nella Bibbia, in 2 Tessalonicesi 3:11,12 (NR): “Difatti sentiamo che alcuni tra di voi si comportano disordinatamente, non lavorando affatto, ma affaccendandosi in cose futili. Ordiniamo a quei tali noi e li esortiamo, nel Signore Gesù Cristo, a mangiare il proprio pane, lavorando tranquillamente.”