Dieci Comandamenti

La legge di Dio contiene i dieci comandamenti. E’ scritto nella Bibbia, in Esodo 20:1-17 (TILC): “Queste sono le parole che Dio pronunziò: (1) Io sono il Signore, tuo Dio, che ti ha fatto uscire dall’Egitto, dove tu eri schiavo. Non avere altro Dio oltre a me. (2) Non fabbricarti nessun idolo e non farti nessuna immagine di quello che è in cielo, sulla terra o nelle acque sotto la terra. Non devi adorare né rendere culto a cose di questo genere. Perché io, il Signore, sono il tuo e non sopporto di avere rivali, punisco la colpa di chi mi offende alla terza e alla quarta generazione; al contrario tratto con benevolenza per migliaia di generazioni chi mi amano e ubbidisce ai miei ordini. (3) Non usare il nome del Signore, tuo Dio, per scopi vani, perché io, il Signore, punirò chi abusa del mio nome. (4) Ricòrdati di consacrarmi il giorno di sabato: hai sei giorni per fare ogni tuo lavoro; ma il settimo giorno è il sabato consacrato al Signore tuo Dio: in esso non farai nessun lavoro: né tu, né tuo figlio, né tua figlia, né il tuo schiavo, né la tua schiava, né il tuo bestiame e neppure il forestiero che abita presso di te. E farai così perché io, il Signore, ho fatto in sei giorni il cielo, la terra e il mare e tutto quel che contengono, ma poi mi sono riposato il settimo giorno; per questo ho benedetto il giorno di sabato e voglio che sia consacrato. (5) Rispetta tuo padre e tua madre, perché tu possa vivere a lungo nella terra che io, il Signore tuo Dio, ti do. (6) Non uccidere. (7) Non commettere adulterio. (8) Non rubare. (9) Non testimoniare il falso contro nessuno. (10) Non desiderare quel che appartiene a un altro: né la sua casa, né sua moglie, né il suo schiavo, né la sua schiava, né il suo bue, né il suo asino.”

Qual è il principio fondamentale della legge di Dio? E’ scritto nella Bibbia, in Romani 13:10 (NR): “L’amore non fa nessun male al prossimo; l’amore quindi è l’adempimento della legge.”

La legge di Dio è riassunta nell’amore. E’ scritto nella Bibbia, in Matteo 22:37-40 (NR): “Gesù gli disse: ‘Ama il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima e con tutta la tua mente ’. Questo è il grande e il primo comandamento. Il secondo, simile a questo, è: ‘Ama il tuo prossimo come te stesso ’. Da questi due comandamenti dipendono tutta la legge e i profeti.”

Il nostro rapporto con la legge di Dio è reso chiaro attraverso Gesù. E’ scritto nella Bibbia, in Matteo 5:17,18 (NR): “Non pensate che io sia venuto per abolire la legge o i profeti; io sono venuto non per abolire ma per portare a compimento. Poiché in verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, neppure un iota o un apice della legge passerà senza che tutto sia adempiuto.”

La legge di Dio offre direzione, non giustificazione. E’ scritto nella Bibbia, in Galati 2:15,16 (NR): “…. sappiamo che l’uomo non è giustificato per le opere della legge ma soltanto per mezzo della fede in Cristo Gesù, e abbiamo anche noi creduto in Cristo Gesù per essere giustificati dalla fede in Cristo e non dalle opere della legge; perché dalle opere della legge nessuno sarà giustificato.”

E’ nostro dovere obbedire alla legge di Dio. E’ scritto nella Bibbia, in Ecclesiaste 12:13 (TILC): “In fin dei conti, una sola cosa è importante: “Credi in Dio e osserva i suoi comandamenti.” E questo solo vale per ogni uomo.”

Che collegamento c’è tra legge e peccato? E’ scritto nella Bibbia, in 1 Giovanni 3:4 (NR): “Chiunque commette il peccato trasgredisce la legge: il peccato è la violazione della legge.”

E’ necessario osservare tutti i comandamenti? E’ scritto nella Bibbia, in Giacomo 2:10,11 (NR): “Chiunque infatti osserva tutta la legge, ma la trasgredisce in un punto solo, si rende colpevole su tutti i punti. Poiché colui che ha detto: ‘Non commettere adulterio ’, ha detto anche: ‘Non uccidere ’. Quindi, se tu non commetti adulterio ma uccidi, sei trasgressore della legge.”

Possiamo conoscere Dio senza osservare i comandamenti? E’ scritto nella Bibbia, in 1 Giovanni 2:4-6 (NR): “Chi dice: ‘Io l’ho conosciuto ’, e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e la verità non è in lui; ma chi osserva la sua parola, in lui l’amore di Dio è veramente completo. Da questo conosciamo che siamo in lui: chi dice di rimanere in lui, deve camminare com’egli camminò.”

Qual è lo scopo della legge? E’ scritto nella Bibbia, in Romani 3:20 (NR): “Perché mediante le opere della legge nessuno sarà giustificato davanti a lui; infatti la legge dà soltanto la conoscenza del peccato.”

Siamo salvati per l’osservanza della legge? E’ scritto nella Bibbia, in Romani 3:27-31 (NR): “Dov’è dunque il vanto? Esso è escluso. Per quale legge? Delle opere? No, ma per la legge della fede; poiché riteniamo che l’uomo è giustificato mediante la fede senza le opere della legge. Dio è forse soltanto il Dio dei Giudei? Non è egli anche il Dio degli altri popoli? Certo, è anche il Dio degli altri popoli, poiché c’è un solo Dio, il quale giustificherà il circonciso per fede, e l’incirconciso ugualmente per mezzo della fede. Annulliamo dunque la legge mediante la fede? No di certo! Anzi, confermiamo la legge.”